Trucco permanente: una soluzione al make up giornaliero?


10 marzo 2018

Oggi sempre più donne scelgono di avvalersi di una moderna pratica che prevede un trucco che perdura nel tempo e persino negli anni, stiamo parlando del trucco permanente.

Il trucco permanente viene creato attraverso un processo estetico che permette di “tatuare” in modo superficiale alcune zone del viso, creando un trucco che non svanisce mai.

Per ricreare il trucco come il contorno labbra, il rossetto, l’eyeliner e la definizione delle sopracciglia si utilizza la micropigmentazione. La micropigmentazione prevede l’impiego di uno strumento che è in grado di far penetrare all’interno dello strato superficiale della pelle dei polimeri colorati.

A differenza di un normale tatuaggio, questa tecnica non è invasiva e con il tempo se non si provvede al ritocco, l’effetto svanisce.

 

Trucco permanente: vantaggi

trucco permanente

Il trucco permanente ha certamente dei vantaggi, innanzi tutto questo permette alle donne di non doversi truccare costantemente con prodotti estetici. Inoltre, chi soffre di allergie e altre patologie che non gli permettono l’impiego dei tradizionali cosmetici, può scegliere di adottare il tatuaggio make up, come soluzione.

Infatti, i polimeri di colore utilizzati per la micropigmentazione sono completamente naturali e non portano nessun allergia e nessun problema alla pelle.

Le donne che si affidano a questa tecnica, inoltre, possono migliorare alcuni difetti estetici come le sopracciglia poco delineate o un contorno labbra troppo tiepido e invisibile. Grazie a questa tecnica infine, si riesce ad ottenere sempre un make up perfetto, senza dover avere paura delle sbavature, del sudore o di altri problemi che portano il trucco a sciogliersi o rovinarsi anche nelle occasioni importanti.

 

Come si esegue l’intervento?

Questo piccolo intervento estetico prevee uno strumento simile a quello che si usa per i tatuaggi. In questo caso il macchinario presenta degli aghi molto più piccoli e sottili, inoltre questo strumento riesce a penetrare solo nella zona superficiale del derma. Quando s’impiega questo macchinario i pigmenti riescono ad addentrarsi nella pelle, man mano che l’ago penetra e rilascia il colore.

La micropigmentazione per il tatuaggio make up non è doloroso, durante l’intervento infatti si avverte solo un leggero formicolio e un fastidio. Certo chi ha paura degli aghi non dovrebbe sicuramente optare per questo trattamento, in quanto la sensazione pungente e costante anche per diverse ore, potrebbe essere in questo caso poco sopportabile.

 

Trucco permanente: qual è la sua durata?

Il trattamento di micropigmentazione a seconda della zona che si sceglie di truccare in modo permanente, l’intervento potrebbe durare da un minimo di due ore a un massimo di 5 ore. Questo trattamento può essere effettuato solo da professionisti del settore, che sono abilitati all’uso della micropigmentazione e che presentano tutte le certificazioni in regola. Se vi state chiedendo quanto dura il trucco permanente, sappiate che questo dura all’incirca 1 anno, ma se si fanno i trattamenti di richiamo e possibile riuscire a mantenere il trucco anche per 4 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *