Come scegliere il blush giusto? E come applicarlo?


20 aprile 2018

Scegliere il blush giusto è necessario per non assomigliare a un pagliaccio, nel momento in cui lo si applica bisogna comprendere quali siano il colore più adatto, e come e dove lo si debba mettere per non avere un effetto indesiderato.

Applicare il blush può sembrare semplice, e spesso lo si fa distrattamente, ma ecco alcuni consigli su come effettuare l’applicazione, in base al viso.

Come applicare il blush: in base alla misura del viso

blush

Per applicare il blush in modo corretto bisogna comprendere quale siano i lineamenti del tuo viso, e in che zona applicare più o meno colore.

Viso tondo: se avete il viso rotondo, dovrete scegliere di applicarlo a forma di C. Ossia dovreste disegnare una C, partendo dallo zigomo sino a raggiungere le tempie. Nella zona vicina alle tempie non dovete esagerare con l’applicazione, ma lasciare il tocco più leggero.

Viso sottile e allungato: in questo caso il blush dev’essere impostato maggiormente sulle guance, in questa zona il colore dev’essere più vivido, discorrendo verso il centro del viso è necessario sfumare il colore. In questo modo si rende il viso meno lungo e più armonioso.

Viso dalla forma ovale: per riuscire ad applicare su questa forma del viso, è meglio impiegare il blush sulle guance, sullo zigomo e sulle tempie.

Come si applica il blush?

Uno degli errori che si fa più spesso è il modo di applicare il blush. Infatti, spesso si abbonda troppo con il prodotto sul viso e il risultato è troppo evidente. Il blush dev’essere applicato in modo leggero e dev’essere quasi impercettibile. Il fard deve sembrare come che si fonda con la pelle. Deve sembrare che la pelle stesse arrossendo, in questo modo il colorito delle guance, da un effetto naturale e salubre. Infine, prima di applicare il blush, ricorda di coprire le zone rosse intorno al naso e alla bocca con un correttore chiaro.

 

Come scegliere il colore del Blush?

Il colore del Blush è molto importante, solo scegliendo quello giusto è possibile ottenere un colorito completamente naturale e simile al tono della propria pelle. Il blush per fondersi al meglio con il tono della pelle, dev’essere:

  • Nelle tonalità del rosa freddo per gli incarnati freddi
  • Nelle tonalità calde del pesca, se si ha l’incarnato caldo.

In ogni caso, bisogna pensare anche alle eccezioni, infatti, succede che un tono sul rosa possa dare un buon contrasto con la carnagione chiara, a seconda del trucco che si pone sul make up.

 

Quando scegli il blush, ricorda sempre di impiegare un prodotto che non sia eccessivamente evidente e non sembra che la pelle sia rovinata.

Scegliere il blush: la texture migliore

Il blush si presenta in varie texture, ma quali sono le migliori?

Blush in crema: ideale per ottenere un effetto naturale. Questo si presenta perfetto per chi ha la pelle secca e poco luminosa, non va bene per chi ha la pelle grassa e porosa.

Blush in polvere: questa formula è ideale per vari tipi di pelle, principalmente per chi ha la pelle grassa. Non va bene invece per coloro che hanno la pelle secca.

Blush in gel: infine, tra i prodotti migliori troviamo il blush in gel. Questo è molto leggero, ma difficile da sfumare, per usarlo si dovrebbe porre il prodotto sulla mano e poi velocemente sul viso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *